Costi
I costi nei fondi aperti
I costi relativi alla partecipazione al fondo aperto sono riportati nella “scheda dei costi” della nota informativa e nel regolamento.

Le voci di costo e la relativa indicazione sono comuni ed uniformi per tutti i fondi aperti, al fine di garantire anche un confronto tra i medesimi.

 

 

 

 

 

Trova le risposte
Il mondo della previdenza integrativa è un mondo complesso, ti aiutiamo ad avere le idee più chiare.
Quali sono i costi direttamente a carico dell’aderente?
I costi diretti consistono in:
  • costi di adesione
  • costi da sostenere nella fase di accumulo.
Quali sono i costi di adesione?
Si tratta di una commissione, in cifra fissa,  da corrispondere una tantum all’atto dell’adesione al fondo.  
Quali sono i costi diretti nella fase di accumulo?
I costi direttamente a carico dell’aderente nella fase di accumulo possono consistere:
  • in una commissione espressa in cifra fissa da corrispondere annualmente;
  • o in una commissione espressa in percentuale dei contributi di volta in volta versati nel Fondo (volontari, Tfr, contribuzioni del datore di lavoro).
Quali sono i costi indirettamente a carico dell’aderente?
Sono voci di spesa che gravano direttamente sul comparto di gestione. Si tratta in sostanza di:

– una commissione di gestione espressa in % del patrimonio (nel caso di comparti di gestione corrispondenti a Fondi interni o OICR) o in % dei rendimenti (nel caso di gestioni interne), calcolata su base annua e prelevata con cadenza giornaliera o altro, a discrezione del Fondo;

– una commissione/provvigione di incentivo, ma è un costo eventuale; se prevista, si applica a determinate condizioni (ossia, se la variazione del valore della quota del comparto è positiva nell’orizzonte temporale di riferimento o superiore ad una certa percentuale);

– anche se non indicate e quantificate nella “scheda dei costi”, sono a carico del comparto (e indirettamente a carico dell’aderente):

  • Imposte e tasse;
  • Oneri di negoziazione;
  • Contributo di vigilanza dovuto annualmente alla COVIP;
  • Compenso per il Responsabile del Fondo;
  • Spese legali e giudiziarie (qualora sostenute).
Quali sono i costi per l’esercizio di prerogative individuali?
Sono costi espressi in cifra fissa e previsti, a discrezione del Fondo, in caso di:

 

  • anticipazioni;
  • trasferimenti;
  • riscatti;
  • riallocazione della posizione individuale o dei flussi contributivi in un altro comparto di gestione del medesimo Fondo.
Quali sono i costi relativi all’erogazione delle rendite pensionistiche?
All’atto del pensionamento e/o nel corso della fase di erogazione della rendita è previsto che l’aderente sostenga dei costi che vanno precisati nell’ apposito “documento sull’erogazione della rendita” ovvero,  sono riportati, in genere, nell’allegato n. 3 alla nota informativa.
Quali sono i costi relativi alle garanzie assicurative accessorie?
Sono dei costi da sostenere per il pagamento dei premi relativi a coperture assicurative accessorie eventualmente richieste dall’aderente (ad esempio in caso di reversibilità della rendita).
Nelle diverse fasi di partecipazione, quali sono i costi via via sostenuti?
A seguito dell’adesione al fondo, in cui è previsto il pagamento di una commissione una tantum, in fase di accumulo operano necessariamente tutti i costi diretti ed indiretti, mentre, sono eventuali quelli applicati in caso di esercizio di prerogative individuali e per la copertura di garanzie accessorie; infine, operano i costi relativi all’erogazione della rendita pensionistica.
Le nostre risposte per la tua previdenza. Il tuo percorso comincia da qui.

Hai bisogno della previdenza integrativa?

Scopri il fondo pensione su misura per te

Hai già un fondo pensione?

Scopri se è quello giusto per te

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione dal lunedí al venerdí 9.00-12.00 - 14.00-17.00 Email 800 942491

(Visited 190 times, 1 visits today)