Guida pensione > Concetti basilari > Principi del sistema

Principi del sistema

Cos’è il risparmio finalizzato?

La legislazione italiana prevede maggiori tutele e vantaggi fiscali a chi decide di investire i propri risparmi nella costruzione di una pensione integrativa. E’ il principio del RISPARMIO FINALIZZATO che attribuisce uno “status legislativo speciale” alle forme di risparmio attivate per realizzare una pensione complementare alla pensione pubblica di base.

Lo Stato riconosce quindi una rilevanza sociale ai fondi pensione che di fatto sono una componente del sistema previdenziale italiano, basato appunto su due pilastri: la pensione pubblica di base e la previdenza complementare. Il tutto è rafforzato dalla vigilanza della COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione), un’autorità amministrativa indipendente appositamente preposta per vigilare sugli operatori del settore.

Trova le risposte

Il mondo della previdenza integrativa è un mondo complesso, ti aiutiamo ad avere le idee più chiare.

Perché i fondi pensione sono fondi “speciali”?

I fondi pensione si differenziano da tutte le altre forme di risparmio o investimento perché hanno uno scopo specifico: creare una pensione integrativa.

Con quali strumenti la legge stabilisce forme di tutela della previdenza complementare?

Per i Fondi pensione la legge stabilisce:

  • un’intoccabilità delle risorse degli aderenti versate nel Fondo (vedi la sezione relativa al “regime di salvaguardia”;
  •  specifici criteri e limiti quantitativi e qualitativi agli investimenti effettuati con i contributi versati (vedi la sezione relativa alla “gestione”;
  •  la vigilanza dedicata della COVIP;
  •  un regime fiscale agevolato, accordato proprio in virtù delle finalità previdenziali dei fondi (vedi la sezione relativa al “regime fiscale”.
In che modo le risorse versate vengono tutelate?

Le risorse che affluiscono nei fondi pensione costituiscono un patrimonio “di destinazione”, autonomo e separato da quello della società o dell’ente che le gestisce:

  •  i contributi versati da chi aderisce al fondo non possono essere utilizzati per un fine diverso da quello previdenziale (da cui “patrimonio di destinazione”);
  •  quanto accumulato non è aggredibile da terzi: non è ammesso il pignoramento né il sequestro da parte dei creditori, sia dell’aderente che della società che ha istituito il fondo e che ne gestisce le risorse;
  •  il patrimonio del fondo non può essere incluso nell’eventuale fallimento dell’ente che ha creato il fondo e che lo gestisce.
Chi gestisce i Fondi pensione?

La gestione delle risorse finanziarie accantonate è affidata a gestori professionali, con requisiti di onorabilità e professionalità sottoposti al controllo della COVIP. In particolare i Fondi pensione sono gestiti da banche, compagnie assicurative, Società di Gestione del Risparmio e Società di Intermediazione Mobiliare.

Quali sono le principali funzioni della COVIP?

la COVIP (COmmissione di VIgilanza sui fondi Pensione) è uno specifico ente di controllo indipendente. Per tutti i Fondi Pensione la COVIP stabilisce:

  • gli schemi di statuto (per i fondi chiusi);
  • gli schemi di regolamento;
  • gli schemi di nota informativa;

e verifica:

  •  il perseguimento di uno scopo previdenziale attraverso la raccolta dei contributi;
  •  la gestione delle risorse nell’esclusivo interesse degli aderenti;
  •  l’erogazione delle prestazioni a soli fini pensionistici.

La COVIP, in quanto chiamata a garantire la trasparenza e la correttezza del sistema, è dotata di poteri normativi. I suoi provvedimenti, quindi, disciplinano, insieme al Codice della previdenza complementare (d. lgs. n. 252 del 2005) il funzionamento dei Fondi pensione.

In particolare la COVIP emana:

  • deliberazioni: regolamenti che disciplinano più nel dettaglio aspetti specifici della materia (ad esempio le modalità di adesione al fondo pensione). Hanno carattere vincolante per gli operatori del settore e vengono pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito Internet della stessa;
  • orientamenti: sono dei chiarimenti offerti dalla COVIP su argomenti che hanno sollevato dei dubbi interpretativi (ad esempio in materia di anticipazioni agli iscritti). Essi sono pubblicati nel sito internet della stessa;
  • comunicazioni e circolari: avvisi diretti agli operatori del settore, relativamente a vicende di rilevanza per il settore (ad esempio con riguardo alla soppressione di un determinato fondo pensione e le istruzioni conseguenti) o con cui richiede ai medesimi determinate informazioni. Sono pubblicate sul sito della stessa.
  • risposte a quesiti: chiarimenti forniti con riguardo a specifiche domande poste dagli operatori del settore e pubblicati nel sito della stessa.
Dove si può trovare un elenco "ufficiale" di tutti i fondi pensione?

Nell’albo delle fome pensionistiche complementari tenuto dalla COVIP e consultabile sul sito www.covip.it.

Perché i fondi pensione sono fondi “speciali”?

I fondi pensione si differenziano da tutte le altre forme di risparmio o investimento perché hanno uno scopo specifico: creare una pensione integrativa.

Con quali strumenti la legge stabilisce forme di tutela della previdenza complementare?

Per i Fondi pensione la legge stabilisce:

  • un’ intoccabilità delle risorse degli aderenti versate nel Fondo (vedi la sezione relativa al “regime di salvaguardia”;
  •  specifici criteri e limiti quantitativi e qualitativi agli investimenti effettuati con i contributi versati (vedi la sezione relativa alla “gestione”;
  •  la vigilanza dedicata della Covip;
  •  un regime fiscale agevolato, accordato proprio in virtù delle finalità previdenziali dei fondi (vedi la sezione relativa al “regime fiscale”.
In che modo le risorse versate vengono tutelate?

Le risorse che affluiscono nei fondi pensione costituiscono un patrimonio “di destinazione”, autonomo e separato da quello della società o dell’ente che le gestisce:

  •  i contributi versati da chi aderisce al fondo non possono essere utilizzati per un fine diverso da quello previdenziale (da cui “patrimonio di destinazione”);
  •  quanto accumulato non è aggredibile da terzi: non è ammesso il pignoramento né il sequestro da parte dei creditori, sia dell’aderente che della società che ha istituito il fondo e che ne gestisce le risorse;
  •  il patrimonio del fondo non può essere coinvolto nell’eventuale fallimento dell’ente che ha creato il fondo e che lo gestisce.
Chi gestisce i Fondi pensione?

La gestione delle risorse finanziarie accantonate è affidata a gestori professionali, con requisiti di onorabilità e professionalità sottoposti al controllo della COVIP. In particolare i Fondi pensione sono gestiti da banche, compagnie assicurative, Società di Gestione del Risparmio e Società di Intermediazione Mobiliare.

Quali sono le principali funzioni della Covip?

la COVIP (COmmissione di VIgilanza sui fondi Pensione) è uno specifico ente di controllo indipendente. Per tutti i Fondi Pensione la COVIP stabilisce:

  • gli schemi di statuto (per i fondi chiusi);
  • gli schemi di regolamento;
  • gli schemi di nota informativa;

e verifica:

  •  il perseguimento di uno scopo previdenziale attraverso la raccolta dei contributi;
  •  la gestione delle risorse nell’esclusivo interesse degli aderenti;
  •  l’erogazione delle prestazioni a soli fini pensionistici.

La Covip, in quanto chiamata a garantire la trasparenza e la correttezza del sistema, è dotata di poteri normativi. I suoi provvedimenti, quindi, disciplinano, insieme al Codice della previdenza complementare (d. lgs. n. 252 del 2005) il funzionamento dei Fondi pensione.

In particolare la Covip emana:

  • deliberazioni: regolamenti che disciplinano più nel dettaglio aspetti specifici della materia (ad esempio le modalità di adesione al fondo pensione). Hanno carattere vincolante per gli operatori del settore e vengono pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e sul sito Internet della stessa;
  • orientamenti: sono dei chiarimenti offerti dalla Covip su argomenti che hanno sollevato dei dubbi interpretativi (ad esempio in materia di anticipazioni agli iscritti). Essi sono pubblicati nel sito internet della stessa;
  • comunicazioni e circolari: avvisi diretti agli operatori del settore, relativamente a vicende di rilevanza per il settore (ad esempio con riguardo alla soppressione di un determinato fondo pensione e le istruzioni conseguenti) o con cui richiede ai medesimi determinate informazioni. Sono pubblicate sul sito della stessa.
  • risposte a quesiti: chiarimenti forniti con riguardo a specifiche domande poste dagli operatori del settore e pubblicati nel sito della stessa.

Le nostre risposte per la tua previdenza. Il tuo percorso comincia da qui.

Hai bisogno della previdenza integrativa?

Scopri il fondo pensione su misura per te

Hai già un fondo pensione?

Scopri se è quello giusto per te

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione dal lunedí al venerdí 9.00-12.00 - 14.00-17.00 Email 800 942491

(Visited 545 times, 1 visits today)