30

Matteo ha buon reddito
grazie alla sua professione,
ma la pensione pubblica
va integrata per mantenerlo

Chi è Matteo

Ha 40 anni.
È un libero professionista, versa i contributi da 12 anni, ha un reddito annuo lordo di 40.000€.

Andrà in pensione a 62 anni.

Questo è il suo gap previdenziale

La sua pensione pubblica sarà pari a meno della metà del suo ultimo reddito.

Cosa sta facendo Matteo per ridurre il suo gap previdenziale?

Iscriversi ad un fondo pensione scegliendo il comparto gestionale più adatto alle sue esigenze.

Essendo giovane e potendo contribuire per un lungo periodo, sceglie un comparto azionario, linea di gestione prevalentemente orientata verso titoli azionari, idonea ad una partecipazione di lungo periodo.

Decide di versare 250€ mensili (di cui potrà recuperarne 98,91€ grazie alla deducibilità fiscale dei contributi).

Così facendo al momento del pensionamento otterrebbe una pensione integrativa annuale lorda di 2.988,54 € (2.600€  netta), derivante dal capitale accumulato di 76.167 lordi (dato da 65.000€ di contributi versati e 11.167€ di rendimenti ottenuti).

Grazie alla previdenza integrativa, Matteo riduce il suo divario previdenziale del 8%.

La sua scelta lo aiuterà!

Il divario previdenziale risulta ridotto

Hai bisogno della previdenza integrativa?

Scopri quanto prenderai di pensione pubblica.
Il tuo percorso comincia qui.

Hai bisogno di assistenza? Siamo a tua disposizione dal lunedí al venerdí 9.00-12.00 - 14.00-17.00 Email 800 942491

(Visited 68 times, 1 visits today)

Condividi l'articolo

Condividi questo articolo con i tuoi amici!