1258

La previdenza integrativa è una forma di risparmio che consente di ottenere risultati importanti nel lungo periodo, contando su preziosi vantaggi fiscali e una serie di tutele e flessibilità.

Oggi vogliamo parlavi di Matteo, un ragazzo di 31 anni che già da qualche anno ha aderito alla previdenza integrativa e che ha deciso di trasferire il proprio fondo pensione avvalendosi della consulenza di propensione.it.

Abbiamo fatto a Matteo qualche domanda per capire i motivi che l’hanno portato ad aderire alla previdenza integrativa e ad affidarsi a propensione.it

Cosa ti ha spinto ad aderire alla previdenza integrativa?

L’età è sicuramente il fattore che più mi ha spinto a muovermi in questa direzione. Sono giovane, ma consapevole. Mi spiego meglio, a 30 anni l’orizzonte temporale si amplia e le domande sul futuro si fanno spazio. Da questo interrogarmi ho acquisito coscienza di quanto sia importante avere qualche garanzia sul tempo che sarà e il momento per ottenere queste garanzie è adesso, il tempo che ho a disposizione è molto e la previdenza integrativa è lo strumento migliore per sfruttarlo. In quest’ottica ho deciso di versare il mio tfr in un fondo pensione e, accanto a questo, risparmio piccole somme, su cui tra l’altro posso applicare la deducibilità ottenendo dei vantaggi fiscali.

Quindi, la possibilità di costruirmi un pezzetto del mio futuro oggi, senza sentirmi per questo vincolato a versare degli importi “fissi” mi rende un po’ più sereno.

Devo aggiungere inoltre che gli input sono arrivati anche dall’ambiente familiare che mi ha spinto in questa direzione.

Quali sono i motivi che ti hanno portato a trasferire la tua posizione?

Addentrandomi nel mondo della pensione integrativa ho capito che i costi hanno un ruolo molto importante. Una minima variazione percentuale su di essi fa una grossa differenza considerati gli anni di contribuzione.

Acquisita questa consapevolezza, non è per nulla facile operare un confronto, così nei miei tentativi mi sono imbattuto in un articolo di propensione.it riguardante i costi.

Già l’articolo di per sé mi aveva chiarito numerosi dubbi, ma la possibilità di ricevere consulenza gratuita è stato il fattore scatenante che mi ha spinto a contattarli. Da questa consulenza ho capito quanto avrei potuto “risparmiare” e quali erano le possibilità che avevo a mia disposizione.

Perché hai scelto propensione.it?

Per quella che è la mia esperienza personale, propensione.it mi ha consentito per la prima volta di avere le idee chiare sulla previdenza integrativa.

Questo sito mi ha permesso di fare un confronto prima autonomamente dalla piattaforma, individuando con pochi dati qual’era il fondo pensione che avrei potuto sottoscrivere. Successivamente ho usufruito nuovamente di una consulenza su appuntamento telefonico e la personal advisor mi ha guidato ulteriormente nella scelta dandomi tutti gli elementi necessari a prendere una decisione, dimostrando preparazione e, non meno importanti, pazienza e gentilezza.

Scendendo un po’ nel dettaglio cosa ti ha convinto di più?

Ho trovato un fondo che mi permette di massimizzare il mio risparmio: scegliendo il fondo pensione consigliatomi da propensione.it, secondo le proiezioni, in 35 anni potrò ottenere quasi 46.000 euro in più. Come spiegatomi dal mio personal advisor, questa differenza è dovuta da un lato ai costi (il mio vecchio fondo prevede costi parecchio più alti rispetto a quelli del fondo consigliatomi da propensione.it) e, dall’altro, alla linea di gestione (prima avevo una linea molto prudente, non adatta all’orizzonte temporale che ho a disposizione per risparmiare). Oltre a questo propensione.it mi ha risparmiato la burocrazia, che è sicuramente una delle cose più complesse che ci si trova ad affrontare una volta presa la decisione di sottoscrivere un fondo pensione.

Questo è sicuramente un aspetto fondamentale che consente di risparmiare tempo, potendo gestire il tutto direttamente da casa con il mio computer.

Aggiungo che un ulteriore elemento che mi ha convinto è l’assistenza che propensione.it fornisce; una consulenza personalizzata sia nel momento della sottoscrizione e trasferimento, ma anche la prospettiva di poter contare su di loro per qualsiasi esigenza o dubbio e magari optare per un diverso tipo di fondo pensione se le mie esigenze dovessero cambiare nel tempo.

 

Matteo ha scelto oggi di pensare al suo domani con la previdenza integrativa, risparmiando nello stesso tempo sulle tasse ogni anno. Se nel frattempo le priorità dovessero cambiare, per esempio se arriva un figlio, potrà contare su uno strumento di risparmio flessibile e tutelato. 

Segui il suo esempio, inizia stimando quello che sarà il tuo gap previdenziale su propensione.it

Il primo passo è stimare la tua situazione pensionistica.

Fallo online e in pochi minuti iniziando il tuo check up previdenziale

(Visited 87 times, 1 visits today)