Imposta sul reddito delle persone fisiche, è un’imposta progressiva, perchè la quota percentuale di reddito assorbita dall’imposta aumenta in proporzione al reddito stesso. Questo risultato è ottenuto con l’applicazione delle aliquote IRPEF, crescenti sui diversi scaglioni di reddito, oltre che con l’applicazione di deduzioni dal reddito e detrazioni d’imposta.

L’imposta lorda (al netto delle detrazioni d’imposta e della deduzioni dal reddito) viene calcolata applicando ad ogni scaglione una diversa aliquota di prelievo. Le aliquote nominali attualmente in vigore sono il 23% fino a 15.000 euro, il 27% oltre 15.000 euro e fino a 28.000 euro, il 38% fino a 55.000 euro, il 41% fino a 75.000 euro e il 43% oltre questo livello.

Così ad esempio su un reddito imponibile di 25.000 l’imposta lorda è uguale al 23% dei primi 15.000 euro (3.450 euro) più il 27% per i restanti 10.000 euro (2.700 euro),  quindi 6.150 euro. Se lo stesso contribuente versa 1000 euro annui ad un fondo pensione, grazie alla deducibilità dei contributi abbatte il reddito imponibile, che scende a 24.000 euro, con un risparmio quindi di 270 euro.

(Visited 89 times, 1 visits today)
« Ritorna all'indice