53

Da lunedì 15 aprile 2019, a partire dal pomeriggio, sul sito dell’agenzia delle entrate è a disposizione il modello 730 precompilato relativo al 2018 e da quest’anno sono presenti ancora più dati rispetto agli anni precedenti.

730 precompilato 2019: detrazioni e deduzioni fiscali

Nella dichiarazione dei redditi 2019 il contribuente trova precaricati anche i dati che danno diritto a detrazioni e deduzioni fiscali. Ci sono le spese sanitarie comunicate da farmacie, studi medici, cliniche e ospedali, da portare in detrazione dal reddito IRPEF nella misura del 19%. Lo stesso vale per i premi assicurativi comunicati dalle Compagnie assicurative, che nel caso di assicurazione sulla vita TCM (temporanea caso morte), per invalidità o per il rischio di non autosufficienza sono portati in detrazione fino a 530 euro all’anno e sempre nella misura del 19%.

Inoltre, da quest’anno, oltre ai dati relativi alle ristrutturazioni della propria casa si aggiungono le occorrenze relative a eventuali ristrutturazioni condominiali. Un’altra novità riguarda le somme versate dal 1° gennaio 2018 per assicurazioni contro le calamità naturali per immobili a uso abitativo, il cui premio versato è detraibile per intero sempre nella misura del 19%.

Rispetto alle spese deducibili tra i contributi previdenziali si trovano quelli versati in favore della previdenza complementare. I contributi conferiti al fondo pensione nel corso del 2018, quindi, possono essere portati in deduzione fino a 5.164 euro all’anno. Lo stesso vale per quelli versati in favore di soggetti fiscalmente a carico, inseriti nell’ambito dell’apposito riquadro. Infine, c’è un spazio ad hoc per i lavoratori di prima occupazione che godono di un bonus ulteriore di 2.582,29 euro annui.

I contributi versati nel corso del 2018 oltre il limite della deducibilità di 5.164 euro o comunque non dedotti, come nel caso di contribuenti integralmente in regime forfettario, vanno dichiarati al gestore del proprio fondo pensione tramite apposita attestazione entro il 31 dicembre 2019. Questa dichiarazione relativa ai contributi non dedotti è utile per godere dell’esenzione fiscale in fase di erogazione della pensione integrativa.

730 precompilato e scadenze 2019

Di seguito le date principali per la presentazione della dichiarazione dei redditi e le relative detrazioni e deduzioni fiscali 2019:

  • dal pomeriggio di lunedì 15 aprile è online la dichiarazione dei redditi precompilata
  • dal 2 maggio 2019 il 730 precompilato potrà poi essere accettato oppure integrato e inviato direttamente via web, fino al 23 luglio 2019
  • il 31 dicembre 2019 è il termine per trasmettere al gestore del proprio fondo l’attestazione dei contributi versati e non dedotti.

Diversi i termini forniti dall’Agenzia delle Entrate per il modello Redditi precompilato che potrà essere modificato sempre a partire dal 2 maggio 2019 ma essere inviato dal 10 maggio 2019 fino al 30 settembre 2019.

Il primo passo è stimare la tua situazione pensionistica.

Fallo online e in pochi minuti iniziando il tuo check up previdenziale

(Visited 713 times, 2 visits today)