fbpx

Le risposte alle vostre domande di luglio 2022

Nel mese di luglio diversi i temi trattati per la rubrica l’Esperto risponde; oltre alla deducibilità fiscale del fondo pensione, sono giunte domande in tema di rendita integrativa temporanea anticipata e beneficiari del fondo pensione.

Per chiarire i tuoi dubbi scrivici all’indirizzo email dedicato risponde@propensione.it, direttamente ai nostri contatti o sulla nostra pagina facebook e saremo lieti di risponderti.

Buona lettura!

Iscritta al fondo pensione dal padre e inizio attività lavorativa, chi deduce? Milena ci scrive

Buongiorno sono una studentessa universitaria di anni  25, mio padre ha stipulato una polizza previdenza per mio conto, quindi come da contratto lui risulta contraente ed io assicurata attualmente nella posizione fiscalmente a suo carico.

Pongo alla sua cortese attenzione il seguente quesito: nell’ottica di un’eventuale mia  occupazione per il prossimo futuro, mio papa’ essendo lui contraente ed io assicurata ma non fiscalmente a suo carico (per periodi di lavoro con contrattı a tempo indeterminato), puo’ continuare a dedurre la polizza essendo contraente e io assicurata ma non piu’ fiscalmente a suo carico? Resto in attesa di un suo riscontro grazie cordiali saluti. Milena.

Cara Milena,

la deducibilità fiscale del fondo pensione spetta all’aderente salvo il caso in cui quest’ultimo sia fiscalmente a carico; in questo caso, quindi, spetta al legale rappresentante (il genitore, anche se il figlio/a è a carico al 50%) che ha iscritto il soggetto fiscalmente a carico.

Nel momento in cui l’aderente non è più fiscalmente a carico è perciò quest’ultimo che diventa beneficiario della deducibilità fiscale, la quale non spetta più al legale rappresentante (nel caso specifico a tuo papà, anche se a suo tempo contraente del fondo pensione). Questo perché i versamenti vengono fatti comunque in una posizione previdenziale appartenente ad un soggetto diverso, che non è più fiscalmente a carico. Inoltre, proprio perché soggetto ad un reddito IRPEF a fronte dell’occupazione lavorativa, può dedurre direttamente i contributi versati nel fondo pensione.

Quando inizierai a lavorare  sarà preferibile che i versamenti provengano dal tuo conto corrente nel caso di successivi accertamenti fiscali.

R.I.T.A. fondo pensione: come si accede? Maria Grazia ci scrive.

Buongiorno, sono Mirco, ho trovato il vostro indirizzo email tramite l’articolo postato online. Ho una domanda, se potete rispondere: ho

Salve, volevo sapere se per accedere alla pensione anticipata R.I.T.A., il fondo pensionistico deve essere stato redatto con l’INPS o anche con una società privata? Io, ad esempio ne ho stipulata una per il mio specifico settore lavorativo. Distinti saluti. Maria Grazia.

Cara Maria Grazia,

La R.I.T.A. è una prestazione prevista da ogni fondo pensionistico complementare (compreso quello da te sottoscritto), che a sua volta è una forma di risparmio del tutto privata e quindi distinta dall’INPS.

Dal momento che il tuo fondo pensione non rientra tra quelli da noi collocati consigliamo di rivolgerti al gestore stesso per maggiori dettagli e per avere una simulazione di quanto potresti ottenere come rendita nel caso in cui decidessi di chiedere la R.I.T.A.

 

Scopri anche tu quanto potresti ottenere di più

online e senza alcun costo aggiuntivo!

Chi è il beneficiario del mio fondo pensione? Raffaella ci scrive

Salve, avrei un quesito in tema di beneficiari del fondo pensione, chi sono ed eventualmente possono essere variati nel tempo? Grazie. Raffaella.

Cara Raffaella,

i beneficiari del fondo pensione, in fase di accumulo, sono a scelta dell’aderente gli eredi legittimi e/o gli altri beneficiari eventualmente designati. Inoltre, si tratta di una scelta che può essere sempre modificata nel tempo, in genere anche direttamente dalla propria area riservata presso il fondo pensione a seguito della nuova normativa e delle direttive emanate dalla COVIP in tema di funzionalità per gli aderenti. 

Se per esempio al momento dell’adesione non viene indicato alcun nominativo specifico come beneficiario in caso di premorienza, allora in automatico quanto accumulato spetterebbe agli eredi legittimi, come il coniuge. Se per esempio dopo qualche anno arriva un figlio e si desidera destinare l’eventuale capitale interamente a lui, escludendo gli altri eredi come il coniuge, allora sarà sufficiente comunicare al fondo pensione il nominativo del nuovo beneficiario (in mancanza, il figlio sarebbe comunque diventato in automatico beneficiario in quanto erede legittimo insieme al coniuge).

Precisiamo, infine, che in fase di erogazione affinché la rendita di pensione integrativa spetti ad un beneficiario in caso di morte del pensionato/aderente, è opportuno scegliere una tipologia di rendita specifica come quella reversibile o controassicurata anziché quella base (rendita vitalizia immediata che spetta al pensionato/aderente finché è in vita).

Come posso ottenere una pensione integrativa e la deduzione IRPEF? Lucia ci scrive.

Salve. Avendo trovato il Vostro ottimo sito internet con delle informazioni sul fondo pensione, avrei bisogno di sapere se sarà possibile avere una pensione integrativa o una deduzione Irpef. Grazie mille e cordiali saluti. Lucia.

Cara Lucia,

sarà possibile ottenere una pensione integrativa a patto che tu abbia sottoscritto un fondo pensione e accumulato un certo montante nel fondo medesimo. La pensione integrativa viene infatti erogata dal capitale finale accumulato, risultante dai versamenti effettuati nel fondo pensione nel corso degli anni “in forma privata”, al pari di altri prodotti di risparmio e investimento per intenderci (non si tratta quindi di una prestazione “pubblica”).

Lo stesso vale per la deducibilità fiscale, questa si ottiene se si sottoscrive un fondo pensione integrativo e si versano dei contributi, i quali per l’appunto sono deducibili (entro il limite annuo di 5.164,57 €) dal reddito dichiarato ai fini IRPEF .

 

Continuate a seguirci e ad inviare le vostre domande all’indirizzo e-mail dedicato risponde@propensione.it, sulla nostra pagina Facebook o semplicemente contattateci come preferite. Risponderemo ad ognuno di voi e pubblicheremo le domande più interessanti ogni mese sul nostro Magazine e sui nostri canali social.

Vuoi maggiori informazioni?

Un nostro esperto è a tua disposizione gratuitamente e senza impegno.

Ti potrebbero interessare