A seguito della relazione prodotta dalla Covip, Commissione di Vigilanza sui fondi pensione, circa l’andamento del mercato di questi nel 2019, è emerso un aumento delle adesioni a questo strumento di tutela e risparmio.

Che si stia assistendo a un graduale incremento dell’educazione e interesse degli italiani verso la pensione integrativa?

Come già visto in diversi articoli pubblicati sul nostro magazine, i fondi pensione sono uno strumento che presenta diversi vantaggi, da quelli fiscali (applicati anche al TFR),a quelli della scelta di aderire in età ancora giovane (anche per i fiscalmente a carico), a quelli sulla deducibilità e sulla flessibilità.

Come suggerito però da un articolo dello scorso 24 giugno di Alessandro Ruocco per Proiezioni di Borsa, i gestori dei fondi pensione dovrebbero impegnarsi maggiormente a i garantire minori costi, a fronte di una maggiore qualità ed efficienza nella gestione dei servizi offerti.

L’arrivo dei PEEP a completare il mercato dei fondi pensione

Suggerimento che si lega anche all’arrivo alla fine del prossimo anno dei PEEP, ovvero i prodotti pensionistici paneuropei con la promessa di rivoluzionare il mercato unico europeo della previdenza complementare. C’è sempre più richiesta quindi, nell’ambito delle pensioni integrative, direttamente proporzionale alla graduale educazione dei cittadini europei e nella fattispecie per quanto ci riguarda, degli italiani.

Ad oggi infatti in Italia si contano 380 fondi pensione a fronte dei 789 di vent’anni fa: in aggiunta quindi ai prodotti presenti nel mercato italiano, i fondi europei aiuteranno il consolidarsi di un numero maggiore di aderenti, migliorando e diversificando ulteriormente la quantità e qualità dell’offerta di questi strumenti di tutela, portando una crescita anche nell’economia generale, specialmente in questi momenti difficili.

L’interesse verso la pensione integrativa: il sì ai fondi pensione

I fondi pensione sono quindi come visto lo strumento che consente di incrementare la propria pensione pubblica a fronte dell’inevitabile gap cui si va incontro nel momento del pensionamento. Permettono quindi di mantenere un determinato stile di vita che sia a livello di quello avuto in precedenza durante la propria carriera, assicurando una somma appunto da integrare alla pensione pubblica.

Le proiezioni parlano chiaro, le performance sono ottime nel mercato italiano. Nel 2019 infatti i rendimenti netti hanno visto una crescita tra il 7% e il 12% rispetto all’1,5% del TFR.

Nel 2019 si è visto un incremento del +4% degli aderenti a questa forma pensionistica integrativa arrivando a quota 8,3 milioni di iscritti e versamenti alla previdenza integrativa pari a 16,2 miliardi di euro che hanno portato i capitali nel complesso gestiti dai fondi pensione a quota 185 miliardi di euro.  Gli investimenti delle forme complementari nel mercato dell’economia italiana, quindi i titoli emessi da residenti in Italia, arrivano a ben 40,3 miliardi di euro, formando il 26,8% del patrimonio complessivo.

L’educazione graduale degli italiani verso questa materia

Purtroppo però, a fronte della crisi dovuta alla pandemia Covid-19 vissuta e iniziata già nel 2019, nonostante il bilancio rimanga positivo, gli italiani hanno risposto a questo momento di incertezza sospendendo i versamenti verso il proprio fondo e richiedendo forme anticipatorie per 2,2 miliardi più mezzo miliardo richiesto nella fattispecie per la RITA (rendita integrativa temporanea anticipata).

Ma sicuramente le agevolazioni che derivano dalla sottoscrizione a un fondo pensione sono molteplici e davvero vantaggiose per chi decide di aprirne uno (o più), e nonostante il timore dimostrato verso gli investimenti in momenti di crisi, i dati presentati dalla relazione della Covip, e l’apertura verso nuovi mercati europei ci mostrano una presa di coscienza sempre più ampia da parte dei lavoratori e ci proiettano verso un aumento delle adesioni da parte dei lavoratori, che stanno iniziando a capire e a far proprio il concetto di quanto un fondo pensione sia uno strumento indispensabile a mantenere lo stile di vita cui si è abituati.

propensione.it è a tua disposizione per scoprire qual è il fondo pensione per te

Consulenza gratuita e adesione online senza alcun costo aggiuntivo!

(Visited 61 times, 1 visits today)